Committente:  Comune di Poncarale, p.za Caduti n. 1, Poncarale Brescia
Importo lavori:  75.000,00 € ( di cui 4.869,75 € per oneri della sicurezza)
Stato dei lavori:

 Progettazione giugno 2004

 Lavori ultimati luglio 2004

Prestazioni effettuate:

 Progetto preliminare, definitivo ed esecutivo

 Progetto strutturale

 Direzione lavori

 Coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione

 Contabilità dei lavori

Legge 2 marzo 1949 n. 143:  Classe I, categoria (f e classe VI cat. (a

 

Demolizione e rifacimento del ponte sul fiume Garza in Via Sorelle Girelli con creazione di pista ciclo-pedonale nel comune di Poncarale - Brescia.

Sezione di progetto del ponteIl progetto si riferisce alla demolizione del ponte pericolante che attraversa il fiume Garza in Via Sorelle Girelli nel Comune di Poncarale ed al suo rifacimento per carichi di prima categoria.

Il manufatto di attraversamento originario era costituito da due porzioni distinte di cui una "storica" costituita da un ponte in mattoni ed una porzione recente costitutita da spalle in mattoni pieni e da un solaio in conglomerato cementizio armato.

L'intervento di progetto è costituito nella sostituzione integrale del manufatto esistente con un idoneo allargamento al fine di accogliere il tratto della futura pista ciclo-pedonale.

La soluzione progettuale elaborata ha previsto la demolizione dei manufatti esistenti ed il mantenimento delle spalle del ponte esistente al di sotto del pelo dell'acqua nel canale.

Si è proceduto quindi alla realizzazione di una suola di fondazione continua all'esterno dell'alveo ed in parte in appoggio sul tratto di spalla di contenimento dello stesso.

In fase realizzativa tale ipotesi è stata verificata nei dettagli in funzione dei ritrovamenti con la necessità di approfondire il più possibile la quota d'imposta delle fondazioni in conglomerato cementizio armato.

I lavori sono stati esegiti in fasi successive per ogni corsia di marcia, garantendo la percorrenza del traffico a senso unico alternato.

SezioniL'intervento previsto è stato soggetto alle norme di cui al D.Lgs 494/96 e successive modifiche ed integrazioni per quanto concerne le norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e nei cantieri mobili e temporanei.

L'entità dei lavori, la durata degli stessi e le necessarie sovrapposizioni di lavorazioni specialistiche differenti previste hanno comportato l'esigenza di un piano di coordinamento della Sicurezza che individuasse ed analizzasse i rischi, definendo con precisione le misure atte a tutelare la sicurezza in cantiere.

 

Muro di sotegno in gettoSolaio prefabbricato del ponte

Tra i rischi considerati si annoverano, oltre a quelli sopracitati, legati alle interferenze tra le diverse lavorazioni previste, quelli connessi all'uso delle macchine operatrici; in particolare le macchine impiegate per la movimentazione della terra e l'esecuzione degli scavi per la realizzazione delle reti dei sottoservizi (acqua, gas, energia elettrica, fognatura e pubblica illuminazione).

Particolare attenzione è stata data alla delimitazione dell'area di cantiere, alle interferenze delle attività lavorative con le zone limitrofe destinate al traffico veicolare e pedonale. Sono state assicurate un'adeguata illuminazione delle aree ed una opportuna segnaletica di cantiere.