Committente:  Comune di Ospitaletto (Brescia), via Rizzi, n.24
Importo lavori:  225.000,00 Euro (di cui 3.000,00 per oneri della sicurezza)
Stato dei lavori:

 Progettazione novembre 2004

 Ultimazione luglio 2005

Prestazioni effettuate:

 Progetto preliminare, definitivo ed esecutivo

 Direzione lavori

 Coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione

 Contabilità dei lavori

Legge 2 marzo 1949 n 143:  Classe I, categoria (g

Lavori di sistemazione degli argini del canale Seriola (2° stralcio) con realizzazione di una pista ciclabile nel comune di Ospitaletto (Brescia).

L'intervento proposto ha valutato la necessità di provvedere al completamento del tracciato ciclo-pedonale all'interno del tessuto del Comune di Ospitaletto e ai collegamenti con i percorsi ciclo-pedonali realizzati durante il primo stralcio.

Il canale della Seriola attraversa l'intero territorio comunale: a nord il letto del canale irriguo si trova a circa 3,5 metri dal piano di campagna, diminuendo fino a raggiungere, in corrispondenza di via Serlini, un dislivello pari ad un metro.

Gli interventi oggetto del presente progetto riguardano nello specifico la realizzazione delle opere necessarie a riqualificare il sedime del canale irriguo denominato "Seriola di Nuova Chiari", suddiviso in due tratti: il primo  compreso tra via A.Doria e via Seriola e il secondo compreso tra via San Giuseppe e via X Giornate. 

Il canale, che in passato costituiva un elemento strutturante il paesaggio agrario e urbano, vissuto come elemento funzionale alla vita sociale della comunità, versa oggi in uno stato di degrado; lo sviluppo urbano ha infatti compresso l'area circostante il canale, trasformandolo poco a poco in un "retro urbano".

L'intervento di progetto mira al recupero dello spazio definito dal corso del Seriola come un luogo pubblico, vissuto dalla comunità. Si è infatti realizzato un manufatto in cemento armato a contenere il canale, riutilizzando la superficie coperta per la creazione di spazi pubblici riqualifcati come piste ciclo-pedonali, parcheggi, zone di attesa dei mezzi di trasporto pubblico. Il progetto prevede di interevnire nell'area demaniale del canale in modo da eliminare l'intervento su proprietà privata.