Committente: Comune di Flero - Brescia
Stato dei lavori: Piano in fase di realizzazione
Prestazioni effettuate:

Analisi della situazione attuale

evoluzione della richiesta attesa di spazi cimiteriali

individuazione delle carenze dell'attuale struttura ricettiva

dimensionamento progettuale degli spazi da destinare al soddisfacimento delle future esigenze funzionali e ricettive

Piano Regolatore Cimiteriale ai sensi del regolamento regionale 9 novembre 2004- N.6 per il Comune di Flero  (Bs)

Il Piano Regolatore Cimiteriale è lo strumento che definisce la programmazione degli spazi cimiteriali. Attualmente il D.P.R 10.09.1990 n 285 individua nel Piano Cimiteriale (art 54) lo strumento obbligatorio per ampliamenti e/o nuove costruzioni cimiteriali.

Nella redazione del seguente piano sono state inoltre seguite le indicazioni normative espresse nel Regolamento Regionale 09.11.2004 n.6, pubblicato sul BURL del 09.02.2007.

Ai fini della redazione del piano cimiteriale per il comune di Flero è risultato di grande importanza prendere in considerazione la previsione di ampliamento demografico della popolazione sull'arco temporale di vent'anni, poiché risulta chiara la relazione tra il numero delel nascite e i decessi. Tale relazione consente di prevedere e quindi strutturare adeguatamente alle necessità della popolazione residente gli spazi cimiteriali per vent'anni.

Il dimensionamento dell'ipotetico ampliamento della struttura cimiteriale si fonda sulle future necessità stimate in base a una serie di analisi quantitative effettuate. Si è arrivati con un buon margine di precisione alla stima del futuro dimensionamento della struttura cimiteriale.

I passaggi che han portato alla stesura del piano sono i seguenti:

- previsione di andamento demografico;

- stima dei decessi;

- individuazione capacità cimiteriale residua;

- incremento percentuale delle richieste di spazi cimiteriali;

- scadenza delel concessioni su piani quinquennali;

- quantificazione di spazi cimiteriali da reperire.

Le attuali esigenze di spazi cimiteriali suggeriscono la necessità di affrontare il problema della carenza di spazi in vista del decennio 2011-2030. Il primo intervento va a colmare le esigenze del primo ventennio 2011-2020, mentre il secondo quelle del decennio 2021-2030.

Le aree da destinarsi all'inumazione sono strutturate sull'esigenza totale della superficie espressa in mq reperita per l'intero piano ventennale. Per strutturare il primo stralcio ci si è basati sulla richiesta di posti salma incrementati del 15 % per colmare la richiesta straordinaria di posti.

Le tipologie di concessioni a tempo determinato considerate sono: tomba di famiglia con giardino, loculo individuale, tomba individuale, ossario, nicchie cinerarie.

Riepilogo del calcolo delle aree per inumazioni in campo:

- aree reperite per inumazioni in campo I stralcio= 350,00 mq

- aree reperite per inumazioni in campo II stralcio =274.00 mq

- aree in progetto reperite per inumazioni in campo I e II stralcio =624.00 mq

- aree da reperire per inumazioni su piano ventennale = 624.00 mq

Oltre a tale area si prevede di individuare un'ulteriore area di 84,60 mq denominata "Campo Indecomposti" destinata all'inumazione di salme derivanti da esumazioni non completamente mineralizzate.